728x90 Beach

Voli in Austria con Lufthansa, Germanwings, Austrian Airlines, Air Berlin e altre compagnie aeree.
www.viaggioaustria.com
Viaggio in Austria - Portale italiano sull'Austria

Wels

Questa antica città dell'Alta Austria ha una delle piazze più belle del Paese.
Wels
La "Hauptplatz", la piazza principale di Wels con la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Evangelista
foto: 
Felix König

Wels in breve:

  • regione: Alta Austria (Oberösterreich)
  • posizione geografica: nella zona prealpina, sul fiume Traun
  • altitudine: 317 m s.l.m.
  • abitanti: 59.300
  • stranieri residenti a Wels: 9.500 (il 16% della popolazione)
  • confessioni religiose: cattolici 63%, protestanti 7%, musulmani 10%, altre confessioni 6%, nessuna confessione: 14%
  • economia: industria chimica, mobili, articoli sportivi, commercio
  • targa automobilistica della città: WE (vedi anche: Tutte le targhe austriache)
  • sito istituzionale: www.wels.at
Lo stemma di Wels
Lo stemma di Wels

Dove si trova Wels?

Wels, Alta Austria
La posizione di Wels
nella regione dell'Alta Austria
Wels
Cliccate sulla cartina
di Wels per ingrandirla

Distanze da Wels:

  • ad altre città dell'Alta Austria: Linz: 35 km - Mauthausen:  50 km - Ried im Innkreis: 50 km - Steyr: 55 km - Bad Ischl: 80 km - Braunau: 90 km - St. Wolfgang: 95 km - Hallstatt: 100 km
  • agli altri capoluoghi dell'Austria: Salisburgo: 110 km - St. Pölten: 140 km - Vienna: 200 km - Graz: 200 km - Innsbruck: 290 km - Eisenstadt: 250 km - Klagenfurt: 230 km - Bregenz: 430 km
  • all'Italia: Confine (Tarvisio): 320 km - Confine (Brennero): 350 km - Venezia: 550 km - Milano: 680 km - Firenze: 775 km - Roma: 1.050 km
  • vedi anche: Distanze chilometriche Italia-Austria
Wels
Il municipio di Wels
foto: 
Montag

Cosa bisogna sapere di Wels?

In epoca romana Wels (che allora si chiamava Ovilava) fu un importante base militare romana, fondata nel II secolo a.C., con circa 18.000 abitanti e delle mura lunghe 4 km. Tranne una piccola parte delle mura romane nella Schubertstraße non sono rimasti altri resti visibili dell'epoca romana, ma gli scavi archeologici hanno portato alla luce numerosi reperti che oggi sono esposti nello Stadtmuseum. Tra questi spicca la bella statuetta in bronzo, la Venere di Wels, vecchia più di 2.000 anni (vedi la foto in basso).

Nel '500 Wels visse una nuova fioritura. L'imperatore Massimiliano I che aveva un piccolo castello di caccia vicino alla città si fermò spesso a Wels e le conferì dei privilegi che favorirono la sua importanza economica e culturale. La stanza nel castello di Wels dove Massimiliano morì nel 1519 si può visitare. Ma le devastazioni della Guerra dei Trent'Anni, la peste e un terremoto nel 1690 segnarono un periodo di declino che fu invertito solo durante il '700, quando Wels ricevette l'aspetto prevalentemente barocco che ancora oggi caratterizza il suo centro storico.

Una visita della città deve senz'altro iniziare nella Stadtplatz che è una delle piazze più belle dell'Austria con numerosi edifici antichi (vedi sotto), con la possente torre Ledererturm e la caratteristica chiesa parrocchiale che è molto bella e interessante anche all'interno.
Wels
La torre "Ledererturm"
foto: 
Tyssil

Cosa c'è da vedere a Wels?

  • la Stadtplatz, la piazza principale della città con numerosi edifici antichi, tra cui il Rathaus (municipio), con facciata barocca (del 1748), la torre Ledererturm (1618) e la casa della Salome Alt che risale al 1100,
  • alcuni palazzi sulla Stadtplatz hanno dei cortili porticati, da vedere sono quello del palazzo settecentesco Kremsmünsterhof, palazzo degli abati di Kremsmünster al n° 62 (oggi è un albergo) e il Haas-Hof (cortile Haas) al n° 34
  • la chiesa parrocchiale di San Giovanni Evangelista, sempre sulla Stadtplatz, di impianto gotico, ma poi trasformata in stile barocco, con un portale romanico del 1100 e delle belle vetrate del '300, il campanile è del 1492 ed è alto 99m,
  • la chiesa protestante Christuskirche in stile neogotico, del 1852,
  • Burg Wels, il castello di Wels, ha avuto l’aspetto odierno intorno al '500, durante la reggenza dell'imperatore Massimiliano I, la stanza dove morì nel 1519 si può visitare, c'è anche la parte dello Stadtmuseum sulla storia  di Wels tra medioevo e oggi, in particolare su artigianato e folclore
  • lo Stadtmuseum, di fronte al castello, un museo archeologico, che ospita la famosa Venere di Wels, una statuetta di bronzo dell'epoca romana (I-II secolo a.C.)
La Venere di Wels
La Venere di Wels, statuetta di bronzo di epoca romana (alta circa 15 cm), nello Stadtmuseum
foto: Gerhard Anzinger
  • il Käthe Kruse Puppenmuseum (Museo delle bambole di Käthe Kruse), con una delle collezioni più importanti di bambole e giocattoli dell'Austria,
  • la vecchia Cassa di Risparmio, oggi Casa della Cultura e dei Media.

Altre foto di Wels:



La casa della Salome Alt
foto: Montag

Wels Wels

Due dei cortili interni porticati che si trovano intorno alla Stadtplatz:
a sinistra il cortile del Kremsmünsterhof (al n° 62),
a destra il cortile del Haas-Hof (al n° 34)
foto: www.oberoesterreich.at



La chiesa protestante di Christuskirche
foto: Montag



La vecchia Cassa di Risparmio, oggi Casa della Cultura e dei Media
foto: Anzi9



Il castello di Wels
foto: Montag

Il video di Wels (dell'Austria HD Travel Channel):

Dove soggiornare a Wels?

Altre informazioni importanti su Wels:

Viaggiare nell'arte:

Condividi questa pagina:

Commenta questa pagina:

Finora non ci sono commenti.

Tutte le pagine su città e regioni dell'Alta Austria:

Tutte le pagine su città e regioni dell'Austria:

Annuncio:

Iscrivetevi gratuitamente alla newsletter:

Gli indici di questo sito (più di 300 pagine):


Dello stesso webmaster sono:

www.reise-nach-italien.de - Deutsches Italienportal
www.viaggio-in-germania.de - Portale italiano sulla Germania

Copyright 2003-2015 ViaggioAustria.com