728x90 Beach

Voli in Austria con Lufthansa, Germanwings, Austrian Airlines, Air Berlin e altre compagnie aeree.
www.viaggioaustria.com
Viaggio in Austria - Portale italiano sull'Austria

Vienna - il parlamento

Il palazzo del parlamento, inaugurato nel 1883, è ispirato all'architettura greca.
Qui si riuniscono le due camere del parlamento dell'Austria, il Nationalrat e il Bundesrat.
Vienna, parlamento
Il palazzo del parlamento austriaco, situato sulla Ringstraße
foto: 
Peterburg23

Il palazzo del parlamento:

Il magnifico palazzo del parlamento fu costruito tra il 1874 e il 1883 sulla Ringstraße, il grande anello che circonda il centro storico, costruita dopo l'abbattimento delle mura che circondavano Vienna a partire dal '300. L'architetto, il danese Theophil von Hansen, lo fece costruire in stile greco. Due imponenti rampe conducono al portico, modellato su quello dei templi greci, che si trova in posizione rialzata rispetto alla Ringstraße. Al centro del timpano, sopra il portico, è rappresentato l'imperatore Francesco Giuseppe che consegna la costituzione - quella del 1861 in cui fu concessa l'istituzione del parlamento.

Tra il 1861 e il 1883 le due camere del parlamento, "Herrenhaus" e "Abgeordnetenhaus", si erano riunite in due edifici provvisori separati, la prima seduta nel nuovo palazzo sulla Ringstraße, sede di entrambe le camere, ebbe luogo il 4 dicembre 1883.

All'interno del vasto complesso si trovano le sale in cui si riuniscono i parlamentari, gli appartamenti di Stato splendidamente decorati, e le sale conferenza. Informazioni sulle visite guidate si trovano in fondo a questa pagina.
Vienna, parlamento
La fontana davanti al parlamento, con la statua di Pallade Atena, la dea greca della saggezza
foto: 
Gryffindor

La fontana di Pallade Atena:

Davanti al parlamento si erge la fontana di Pallade Atena, alta cinque metri, costruita tra il 1809 e il 1902 (architetto: Carl Kundmann). Ai piedi della grande statua giacciono le divinità dei quattro fiumi principali dell'Austria Cisleithania: il Danubio (la donna nuda a destra), l'Inn (l'uomo barbuto alla sua sinistra), l'Elba e la Moldava (dietro). Sopra ci sono due figure femminili sedute che rappresentano il potere legislativo e quello amministrativo. Il fatto che la statua della dea della saggezza rivolge la schiena al parlamento ha portato a numerose battute spiritose e barzellette sul rapporto tra parlamentari e saggezza...

Sulla storia del parlamento austriaco:

Fino al 1919, l'anno in cui crolla l'impero austro-ungarico, questo parlamento rappresentò solo la "Cisleithania" (la parte non-ungherese), cioè la parte tedesca, ceca, polacca e slava dell'impero.

In quel periodo, il parlamento, pur essendo una prima apertura verso istituzioni più democratiche, non era molto rappresentativo: le donne non potevano votare e il voto degli uomini era limitato a chi pagava più tasse, quindi la stragrande maggioranza della popolazione era esclusa. Le competenze del parlamento erano limitate e l'ultima parola l'aveva sempre l'imperatore. Inoltre, gli interessi sempre più contrastanti delle varie nazionalità presenti nel parlamento bloccarono spesso la sua attività.

Solo con il 1919, dopo la fine della monarchia e la costituzione della Repubblica dell'Austria, il parlamento assunse le funzioni e i poteri di una vera rappresentanza democratica e da quell'anno in poi anche le donne poterono votare.

Dall'arrivo dei nazisti austriaci al governo (1934) fino alla fine della seconda guerra mondiale e la caduta di Hitler (1945) il parlamento austriaco fu praticamente abolito. Oggi è di nuovo la sede delle due camere del parlamento austriaco, il "Nationalrat" (la camera dei deputati) e il "Bundesrat" (la rappresentanza delle regioni).
Vienna, parlamento  Vienna, parlamento
a sinistra: la sala del Nationalrat - a destra: la sala del Bundesrat (la prima e la seconda camera del parlamento dell'Austria
foto a sinistra: 
Peter Binter  /  foto a destra:  Gryffindor

Informazioni per i visitatori:

  • Il Besucherzentrum (centro visitatori)
    Il palazzo può essere visitato attraverso il Besucherzentrum (solo con visite guidate) la cui entrata si trova sotto la rampa, dietro la statua di Pallade Atena (visibile nella prima foto in alto).
  • Vedere il parlamento al lavoro
    I visitatori del Parlamento possono assistere "in diretta" ai lavori dei deputati seguendo dall'apposita galleria le sedute delle due Camere Nationalrat (Consiglio nazionale) e Bundesrat (Consiglio federale) nonché di alcune Commissioni. Durante le visite guidate vengono presentate le particolarità storiche ed architettoniche dell'edificio del Parlamento.
  • Le visite guidate
    Le visite guidate possono essere fatte tra lunedì e sabato (la domenica, in altri giorni festivi e in occasioni particolari il parlamento è chiuso al pubblico), anche senza prenotazione, in lingua tedesca o inglese. I giorni e gli orari utili per le visite, i prezzi e tutte le altre informazioni necessarie si trovano qui: www.parlament.gv.at (in lingua italiana).

Dove soggiornare a Vienna?

Condividi questa pagina:

Condividere su Facebook

C'è un commento a questa pagina:

Marina Lizull (Trieste):
Ho trovato il tutto, sia immagini che presentazione delle stesse, molto chiaro e avvincente. Ho apprezzato la semplicità e l'efficacia delle spiegazioni, atte a suscitare ulteriori interessi.
Grazie
(17/01/2013)

Tutte le pagine su Vienna:

Tutte le pagine su città e regioni dell'Austria:

Volare con Austrian Airlines:

Annuncio:

Iscrivetevi gratuitamente alla newsletter:

Gli indici di questo sito (più di 300 pagine):



Dello stesso webmaster sono:

www.reise-nach-italien.de - Deutsches Italienportal
www.viaggio-in-germania.de - Portale italiano sulla Germania

Copyright 2003-2015 ViaggioAustria.com